Piano Alto
NOTO • SICILY

piano alto piano terra primo piano dintorni prezzi informazioni eng

 
 

DINTORNI

Il quartiere

Situato in cima al centro storico di Noto, Piano Alto è un quartiere tranquillo e autentico costituito da attraenti case d´epoca e vicoletti. Il monumento più importante è la barocca Chiesa del SS Crocifisso, secondo luogo di culto della città, nella piazza principale.

La spesa si può fare a piedi: nel quartiere c´è il mercato settimanale ma anche il miglior pescivendolo e il miglior panificio della città.

La storia: in seguito al catastrofico terremoto del 1693 che rade al suolo buona parte della Sicilia sudorientale, Noto viene ricostruita a 10 km dal sito originale, sul colle Meti.

In un primo momento l´idea è di rifondarla sull´altopiano. Ma non tutti sono d´accordo: per almeno un decennio si discute se edificare la città in cima al colle o sul suo pendio. Il risultato è la Noto che osserviamo oggi, con la città "bassa" e la città "alta": due entità ben distinte, quasi due città separate.

Il cosiddetto Pianazzo ("Cianazzu" in siciliano) , cioè Noto Alta o Piano Alto, già dalle origini è incentrato sulla piazza con la collegiata del SS Crocifisso, mentre la parte bassa si sviluppa lungo un asse stradale: l´odierno Corso Vittorio Emanuele.

© Francesco Cabras www.francescocabras.com

Noto

Noto, "il giardino di pietra", è un gioiello urbanistico tardo barocco che domina la punta meridionale della Sicilia, conosciuta dall´antichità come Val di Noto.

La principale attività turistica è semplicemente passeggiare per le sue belle strade, oppure sedersi fuori dal Caffè Sicilia, sul Corso principale, osservando la vita che scorre mentre si assaporano dolci incomparabili.

Per comprendere la storia millenaria di Noto si può fare una passeggiata a Noto Antica, la città delle origini, distrutta dal terribile terremoto del 1693. Lì vicino vale la pena anche far visita ai luoghi di San Corrado, un eremita del 1300 che è l´amatissimo patrono della città.

A pochi minuti di auto dal centro cittadino c´è la Riserva Naturale di Vendicari, otto chilometri di costa selvaggia dove si possono fare bagni memorabili ma anche passeggiate naturalistiche tra fenicotteri e aironi. Nella campagna circostante si possono visitare rovine greche e romane oppure fermarsi in qualche cantina a comprare ottimo vino locale.


Territorio

Il miglior consiglio per il viaggiatore che arriva per la prima volta in Sicilia? Visitarne solo una piccola parte per volta.

La Sicilia è l'isola più grande del Mediterraneo e la più antica società multiculturale del pianeta: ogni angolo ha le sue meraviglie archeologiche e naturali, il suo carattere e la sua storia. Sarebbe un peccato non approfittarne.

Facendo base a Noto, in una settimana, si possono visitare le città barocche del Val di Noto (Palazzolo Acreide, Ragusa, Modica, Scicli e Caltagirone sono le più vicine) o la tonnara settecentesca di Marzamemi, dedicare almeno un´intera giornata a Siracusa o immergersi nella natura di Pantalica o Cavagrande del Cassibile.

Un po´ più distanti, ma sempre visitabili in giornata, ci sono Catania e l´Etna verso nord e, nell´interno, Piazza Armerina e la Villa del Casale, uno dei più importanti esempi di architettura tardo-romana con i suoi mosaici straordinari.

© art by Georgia Bettoja www.georgiabettoja.net